SPUNTI E APPUNTI
PER INIZIARE

BLOG



30 Marzo 2020 - Gaia Adami

RE-START: Ripartire dalle proprie Risorse

 

​#andràtuttobene… 
Questo hashtag attiva ogni volta un pensiero 
“Per far sì che vada bene… abbiamo bisogno di impegnarci singolarmente e collettivamente per farla andare per il meglio”. 

Sono stati giorni di confusione, di gestione di un’emergenza inaspettata e massiccia che impatta e impatterà su qualsiasi filiera e catena del valore. 
Di un aspetto siamo certi, nessuno ha idea di quello che succederà quando dichiareranno concluso lo stato di emergenza.
2,3 milioni di unità produttive su 4,5 milioni hanno dovuto sospendere la propria attività in quanto non forniscono “bene essenziali”. 
La produttività del territorio è dimezzata per salvaguardare la salute e, possiamo spingerci oltre, la vita del Paese. Quanto peserà questa scelta? 
Il dibattito in merito è ancora aperto e ben lontano da trovare una soluzione… 

Teniamo bene a mente alcuni aspetti che, per quanto possano sembrare semplici potrebbero essere indispensabili per la ripartenza. 
Abbiamo una forza inarrestabile che è proprio la creatività umana. 
E ricordiamoci che è proprio in tempi come questi, di restrizione forzata, in cui la creatività prospera.
In questo momento di interruzione le aziende hanno sia l'opportunità che l'obbligo di ritirarsi dalla compiacenza e ripensare le proprie istituzioni. 

Non dimentichiamo che le migliori aziende di oggi si stanno reinventando a intervalli di sei mesi per adattarsi al ritmo crescente delle interruzioni. 
Non hanno più una strategia aziendale bloccata: si tuffano a capofitto nel cambiamento.
Impariamo da loro, concentrandoci non su ciò che è stato perso, ma sulla creazione del prossimo momento caratteristico del nostro prodotto/servizio in grado di far fronte alla realtà e al contesto. 

In tutta questa confusione e incertezza, un aspetto su cui possiamo aggrapparci è la mission aziendale. Ripartiamo da ciò che ci caratterizza, ci differenzia e ci ha permesso di esistere… riconnettiamoci alle nostre radici e riconosciamoci in esse. 

  • Stiamo perseguendo davvero i nostri obiettivi? 
  • La mission ci rappresenta ancora? 
  • Abbiamo una mission aziendale? 


​Un elemento chiave utile a gestire lo stress economico è vivere i valori proprio nel momento in cui sembra molto più facile dimenticarsene. Sono la nostra bussola e ci permetteranno di ritrovare la direzione per poter valutare ciò che vale la pena reinventare e ciò da cui vale la pena allontanarsi per il momento. 

Un altro aspetto fondamentale è la valutazione dello scambio di valore.

  • Come promuoviamo questi scambi?
  • I canali di comunicazione scelti sono abbastanza diversificati per resistere all'imprevedibilità dell'interruzione?

Ad esempio, siamo impegnati in modo significativo solo attraverso interazioni digitali o siamo così strettamente associati a un evento ricorrente che il marchio semplicemente non potrebbe sopravvivere se tale evento non dovesse verificarsi mai più.
Diventa così essenziale diversificare, assicurando che il marchio non sia un momento nel tempo, ma si verifichi nel tempo, indipendentemente dal cambiamento che potrebbe verificarsi.

Come dunque possiamo spendere le nostre energie per affrontare al meglio l’incerto? 
Intanto per cominciare, potremmo partire allenando tre risorse indispensabili e insite in ognuno di noi: 

Pensiero Creativo
“Creative thinking contributes to both decision making and problem solving byenabling us to explore the available alternatives and various consequences of our actions or
non-action. It helps us .to look beyond our direct experience, and even if no problem is
identified, or no decision is to be made, creative thinking can help us to respond adaptively
and with flexibility to the situations of our daily lives”. -WHO/MNH/PSF/93.7 A.Rev.2
 
Pensiero Critico
“Critical thinking is an ability to analyse information and experiences in an objective manner. Critical thinking can contribute to health by helping us; recognise and assess the factors that influence attitudes and behaviour, such as values, peer pressure, and the media”.  -WHO/MNH/PSF/93.7 A.Rev.2

Resilienza organizzativa
Capacità di un’organizzazione di anticipare, prepararsi, rispondere ed adattarsi al cambiamento incrementale e ad inconvenienti improvvisi, con l’obiettivo di sopravvivere e prosperare. 

Le nostre risorse personali possono esserci di grande aiuto in questo momento storico. Non dimentichiamocene e cerchiamo di utilizzarle al meglio per riprendere le nostre imprese e pianificare la corretta ripartenza evitando "quick&dirty approach". 

 


Fonte: 
https://www.wpp.com/wpp-iq/how-to-reinvent-your-brand-in-times-of-global-uncertainty
https://hbr.org/2020/02/lead-your-business-through-the-coronavirus-crisis